Cub Trasporti, USB, SGB: comunicato ai lavoratori sullo sciopero Trenitalia, Trenord, Tper del 14.04.23

COMUNICATO AI LAVORATORI SULLO SCIOPERO TRENITALIA, TRENORD, TPER del 14.4.2023
Nei giorni scorsi ha circolato un volantino di Filt CGIL-Fit Cisl-Uil Trasporti-Orsa-UGL-Fast con data 6 aprile, che riporta un carteggio avvenuto con le aziende nelle quali si sciopererà domani: su richiesta di queste ultime del giorno prima 5.4, parte sindacale concede eccezionalmente una modifica sulle norme tecniche riguardante due punti. Il primo elimina la dispensa al personale mobile di effettuare i tempi medi e accessori ai treni nell’ora di cuscinetto prima dell’inizio dello sciopero per treni che non partirebbero. Il secondo, di ben maggiore impatto, cambia la fascia di sciopero per il personale turnista non impattante sulla circolazione (ad es. biglietterie, protezione aziendale, verificatori-manovratori- tecnici e operai che lavorano in officine di non immissione treni all’esercizio) da “intero turno della mattina” a 9-17 come la circolazione treni. A tale scambio di email non ci risulta sia seguita alcuna ufficializzazione sulle norme tecniche: nessuna comunicazione della nuova stesura, nessuna comunicazione di aziende e ooss, nessuna richiesta di uniformità, nessun intervento pervenuto dalla Commissione di Garanzia.
Per quanto ci riguarda quindi restano invariate le norme tecniche da noi inviate alle aziende e anche ai soggetti istituzionali con l’indicazione della fascia di sciopero della mattina per quei turnisti la cui lavorazione non ha vincolo strumentale con la circolazione dei treni. Restiamo a disposizione nei nostri canali di contatto e attivisti nei posti di lavoro per disbrogliare qualsiasi problema sorga o abuso sia rilevato. Domani sarà importante ribadire che lo sciopero è la prima risposta dei lavoratori a condizioni di lavoro che devono cambiare: non basta una tamponatura agli abusi né basta il livello locale/settoriale per correggere leve che plasmano il lavoro che le aziende usano legalmente perché contenute nei patti e CCNL.
SCIOPERIAMO PER LA COPERTURA DELLE PIANTE ORGANICHE ma anche per I CRITERI CHE STABILISCONO I FABBISOGNI, a partire da una RIDUZIONE DELL’ORARIO DI LAVORO a 36h
SCIOPERIAMO contro GLI ABUSI NORMATIVI ma LOTTIAMO PER NORME DI SICUREZZA CHE TUTELINO REALMENTE LAVORATORI, UTENTI E POPOLAZIONE NELL’AMBIENTE ESTERNO, a partire dalle SQUADRE MINIME SUI TRENI, LE PROTEZIONI, tecnologia e procedure di sicurezza nuove e rispettate
SCIOPERIAMO PER TURNI PIÙ UMANI e quindi PER UNA LIMITAZIONE DEL LAVORO NOTTURNO (numero e fascia), DEL RIUTILIZZO DOPO RFR E DEL NUMERO DEI RFR, PER LA TUTELA DELLA SALUTE A LAVORO SCIOPERIAMO PER UNA VITA LAVORATIVA ADEGUATA e QUINDI PER UN GIUSTA ETÀ E SOMMA DI QUIESCENZA
SCIOPERIAMO CONTRO I TAGLI ALLE RISORSE (agli impianti, ai materiali, alle manutenzioni) ma in CiÒ LOTTIAMO CONTRO LA LOGICA PRIVATISTICA CHE VI SOTTOSTÀ e quindi
– PER IL TRASPORTO PUBBLICO: AMPIO e RAMIFICATO, POPOLARE, ECOLOGICO, ECONOMICO, SICURO, con il reinvestimento dei guadagni
– CONTRO LE ESTERNALIZZAZIONI DELLE LAVORAZIONI, PER LA DIGNITÀ DEL LAVORO E L’EQUO SALARIO, PARI RETRIBUZIONE A PARI MANSIONE ovvero CCNL UNICO per tutti gli operatori
SCIOPERIAMO PER CONTRATTI DI INGRESSO NON RICATTABILI e PERCORSI DI FORMAZIONE CERTIFICATI, CONTRO L’USO PUNITIVO DELLA DISCIPLINARE E I LICENZIAMENTI POLITICI
Solo le lotte danno rappresentanza alle vertenze dei lavoratori, non le tessere: SCIOPERIAMO per rivendicare liberamente di aver voce in capitolo PER UN DIVERSO CCNL DI LAVORO IN FERROVIA.

13 aprile 2023 USB CUB Trasporti SGB
[email protected][email protected][email protected]

Ti potrebbe interessare anche...