Crea sito

CUB TRASPORTI TRENI NOTTE: APERTURA PROCEDURE DI RAFFREDDAMENTO REKEEP E TRENITALIA

La scrivente O.S., in relazione delle problematiche ancora oggi non risolte sulle lavorazioni del personale di servizio (PDS) e del personale di accompagnamento dei treninotte (SAN), attiva con la presente le procedure di raffreddamento cui L. 146/90 e 83/00. I motivi che ci obbligano a tale azione sono i seguenti:
-La continua violazione di quanto previsto dall’Art. 27 del Ccnl di AF in materia di Tempi di
spostamento e mezzi per raggiungere il luogo stabilito per il riposo.
La continua violazione dell’Art. 29 ossia la previsione secondo cui la prestazione resa in un
giorno di riposo va retribuita come straordinario e il riposo deve essere recuperato nei 30 giorni
successivi.
-La continua violazione attraverso cui Il programma di gestione del turno non riconosce le ore

effettivamente lavorate, é riconosce lo straordinario notturno, diurno e festivo maturato,che
viene calcolato parzialmente e sempre con l‘aliquota più bassa (18%).
-La continua violazione di quanto previsto dall’Art. 36. Ancora ogg ial personale viene fatto
indossare divise inadeguate e mai sono state consegnate divise invernali come agli altri colleghi
ferrovieri, per giunta senza un adeguato ricambio.
-Il fatto che la società non voglia adeguare, come previsto dall’Art. 48 del CCNL, il valore ed il
numero dei buoni pasto in base alle esigenze di servizio.
-Il fatto che non venga erogato il premio risultato come previsto dall’Art. 73.
-Il fatto che non venga erogata l’indennità di reperibilità e disponibilità come previsto dall’Art.
79 e in tali giorni non siano definiti, nel turno mensile esposto, i giorni di riposo.
-Il fatto che non venga erogata l’indennità di maneggio denaro come previsto dall’Art. 80.
-La fabbricazione artificiosa di esuberi tramite elusioni di obblighi contrattuali, fra cui la modifica
giornaliera e manuale dei turni e l’utilizzo del personale in mansioni promiscue fra accudiente
notte e pulitore viaggiante. Di ciò il committente Trenitalia non può più dire di non sapere.
-In relazione a quanto sopra, circa la doppia mansione assegnata al singolo operatore, si
realizzano inoltre i presupposti di violazione dell’ HACCP e di sicurezza, laddove un addetto di
bordo nello stesso tempo, nel primo caso presta assistenza alla clientela in “divisa” e svolge
servizio minibar lungo il treno al contempo svolge servizio di pulizia a bordo lungo tutto il
convoglio. Inoltre si preclude al personale di bordo la possibilità di presenziare costantemente
sulle vetture di competenza, di sorvegliare e filtrare eventuali accessi di viaggiatori senza titolo
di viaggio durante le fermate nelle stazioni e di prestare assistenza agli utenti delle vetture letto
e delle cuccette.
-Col presupposto che il convoglio non permette il passaggio agevole del carrello minibar da una
vettura all’altra, come sulle frecce, per inadeguatezza dello stesso,a causa della mancanza delle
porte intercomunicanti ad apertura automatica e per la presenza del gradino mobile delle
pedane di attraversamento, si viola anche la legge 626/94 in termini di sicurezza.
Pertanto si chiede di essere convocati per discutere dei temi sollevati attivando con la presente la
procedura di raffreddamento cui L. 146/90 e 83/00ai sensi e per gli effetti dell’art.2 comma 2.
In attesa di un cortese riscontro, si inviano
Distinti Saliti
Per la CUB Trasporti
Segretario Generale Nazionale